[Reggio Emilia] Contributo a fondo perduto fino al 50% per promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale.

Area Geografica: Emilia Romagna

Scadenza: In fase di attivazione

Beneficiari: PMI, Micro Impresa

Settore: Agricoltura, Artigianato, Industria, Servizi/No Profit, Turismo, Cultura, Agroindustria/Agroalimentare

Spese finanziate: Innovazione Ricerca e Sviluppo, Consulenze/Servizi

Agevolazione: Contributo a fondo

La Camera di commercio di Reggio Emilia  ha approvato il progetto “Punto Impresa Digitale” (PID), al fine di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese (da ora in avanti MPMI), di tutti i settori economici attraverso: la diffusione della “cultura digitale” tra le MPMI della circoscrizione territoriale camerale; l’innalzamento della consapevolezza delle imprese sulle soluzioni possibili offerte dal digitale e sui loro benefici; il sostegno economico alle iniziative di in ottica Impresa 4.0 implementate dalle aziende del territorio in parallelo con i servizi offerti dai PID.

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le microimprese, le piccole imprese e le medie aventi sede legale e/o unità operativa nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Reggio Emilia.

Tipologia di spese ammissibili

Sono finanziabili  le seguenti spese, sostenute a partire dal 01/04/2019 e fino al 31/12/2019 (data fattura e data pagamento) riconducibili agli interventi previsti dal bando e precisamente:

  • servizi di consulenza inerenti una o più tecnologie. I servizi di consulenza non devono essere continuativi o con cadenza periodica e devono esulare dai costi di esercizio ordinari dell’impresa;
  • formazione, esclusivamente riferita a una o più tecnologie, incluse le spese di iscrizione al percorso formativo e quelle relative al materiali didattico fornito dall’ente erogatore (in sede di rendicontazione dovrà essere fornita la dichiarazione di fine corso e copia dell’attestato di frequenza pari almeno all’80% del monte ore complessivo);
  • acquisto di attrezzature tecnologiche e programmi informatici strettamente connessi al progetto di digitalizzazione aziendale nel limite massimo del 50% del totale della spesa prevista dall’impresa (il progetto quindi deve prevedere obbligatoriamente spese per la consulenza e/o per la formazione che devono rappresentare almeno il 50% delle spese ammissibili).

Entità e forma dell’agevolazione

L’intensità dell’agevolazione è pari al 50% dei costi sostenuti e ammissibili al netto di IVA, fino al raggiungimento dell’importo massimo di 10.000,00 € oltre la premialità di cui al successivo comma

L’investimento minimo ritenuto ammissibile all’agevolazione non può essere inferiore a € 5.000,00.

Scadenza

Le domande di sostegno devono essere presentate dal 10 aprile 2019 fino al 15 luglio 2019.

Vuoi partecipare a questo bando?
Chiedi ad AICEL come Fare

Hai un attivo?
SiNo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *