Sempre più e-Commerce: una ricerca conferma la grande crescita

Già in precedenti articoli pubblicati, abbiamo avuto modo di evidenziare i dati di diversi osservatori concordi nel rilevare, negli ultimi mesi, una grande crescita dell’ in Italia anche come reazione al periodo di lock-down e alle conseguenti incertezze economiche generate dall’ pandemica.

AICEL stessa ha potuto rendersi conto direttamente di questo trend alla luce del forte aumento delle iscrizioni rilevate in particolare nei mesi di aprile e maggio 2020.

La

Ora la recente pubblicazione di una nuova ricerca condotta da Capterra, comparatore di software che aiuta PMI e organizzazioni a trovare il software più adatto alle loro esigenze, conferma la tendenza con dati molto significativi.

 Il sondaggio ha interessato i di sei paesi europei (Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna, Italia ed Olanda) su come si siano modificate le loro abitudini di acquisto durante il lock-down e dopo, come vedano le tendenze dei loro acquisti nel futuro. Gli intervistati totali sono stati 5.897 e le interviste sono state condotte a Luglio 2020.

crescita dell'e-Commerce in Italia: acquisti online effettuati al mese in Europa prima e durante Covid
60

Per il 45% degli europei intervistati non è stata la prima volta che acquistavano qualcosa online, avevano già effettuato acquisti in via digitale prima che sopraggiungesse la pandemia. Tuttavia, per la restante maggioranza, la quarantena è stata la possibilità per scoprire effettivamente una nuova modalità d’acquisto per la prima volta.

Inoltre, il 59% dei consumatori europei ha dichiarato che continuerà ad acquistare online anche dopo che la situazione eccezionale provocata dalle misure straordinarie attuate dagli Stati sarà terminata.

Focus: la grande crescita dell’e-Commerce in Italia

Per quanto riguarda più specificamente il nostro Paese, la fotografia generale che ne esce dimostra come gli italiani abbiamo scoperto un nuovo modo d’acquistare e che si fidino mediamente di più delle opinioni altrui espresse online.

Gli italiani hanno comprato online maggiormente capi di abbigliamento, cibo e prodotti per la casa. Dati i risultati è stato chiesto quale bene continuerebbero a comprare di più online anche dopo la fine dell’emergenza sanitaria, e i tre beni con la maggior percentuale di risposte sono stati: abbigliamento (30%), prodotti per la casa (24%) e dispositivi elettronici (23%). 

Quando gli italiani devono comprare online le prime tre cose che controllano sono le seguenti:

  • Il 65% controlla le recensioni online dei clienti che hanno già utilizzato il prodotto/servizio perché si fidano maggiormente;
  • Il 43% si fida della reputazione che ha sentito associata al determinato shop online;
  • Il 35% controlla se il sito di acquisti ha la crittografia HTTPS.
Parametri di giudizio dei consumatori per verificare affidabilità di un negozio online.

Questi ultimi dati raccolti da Capterra, in particolare, rafforzano la raccomandazione di cui da sempre, e in questo periodo in special modo, AICEL si fa portavoce: evitare nella maniera più assoluta di “improvvisarsi” nel commercio digitale.

La nostra Associazione è a disposizione di quanti vogliano affacciarsi al mondo e-Commerce ed è pronta a seguire e formare le attività dalle fasi di avvio delle procedure burocratiche -come il codice attività ateco-, della creazione delle giuste condizioni di vendita e policy privacy, fino al rilascio della certificazione “SonoSicuro”, che insieme alla sottoscrizione del nostro Codice Etico rappresenta una vera e propria garanzia di serietà e affidabilità nei confronti dei consumatori.

In tal senso, la vendita online potrà trasformarsi realmente in una grande opportunità di crescita e guadagno.

Lo studio completo di Capterra Italia sui pagamenti digitali è disponibile al seguente link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *