Comprare farmaci online, cosa fanno i consumatori italiani

Sempre più persone acquistano farmaci da banco presso le farmacie in Rete, seppur con dubbi e limitazioni.

Diversi analisti di settore come ad esempio Iqvia , provider globale di dati in ambito sanitario e farmaceutico, hanno osservato che, seppur ancora in misura minore rispetto ad altri Paesi, anche in Italia l’e-commerce farmaceutico sta conoscendo negli ultimi anni un notevole incremento.
La possibilità di vendere in Rete prodotti farmaceutici, e in particolare i farmaci cosiddetti “da banco”, ossia senza necessità di prescrizione medica, è stata introdotta dal Legislatore italiano nel 2014 (D.Lgs. 19 febbraio 2014 n. 17) e da allora il numero di farmacie che hanno scelto di espandersi attraverso il canale degli e-commerce è aumentato in modo significativo.
Il motivo della diffusione ancora difficoltosa riscontrata in Italia rispetto ad altri Paesi (come ad esempio Germania e USA) degli acquisti online in questo settore, e seppur in crescita, è da ricercare nella forte preferenza della maggior parte degli acquirenti a privilegiare il canale tradizionale, ossia l’acquisto nella farmacia “fisica”, anche per il rapporto diretto instaurato con il professionista sanitario. Incidono su questa tendenza, inoltre, le limitazioni imposte in materia dalla legislazione italiana, indubbiamente più stringenti che altrove.

Le limitazioni degli acquisti online di farmaci

Le limitazioni degli acquisti online di farmaci
Più nel dettaglio, nel nostro Paese la vendita online è consentita solo a quelle farmacie o esercizi commerciali autorizzati che già operino fisicamente sul territorio (non è dunque autorizzato che il negozio sia soltanto telematico) e limitando tale attività esclusivamente ai farmaci senza obbligo di prescrizione medica, i cosiddetti SOP (senza obbligo di prescrizione). Questi ultimi comprendono i farmaci da banco, anche detti OTC (Over The Counter), che sono medicinali da automedicazione e che, come tali, vengono indicati solitamente per disturbi di lieve entità (come da definizione del Ministero della Salute).
L’ottenimento dell’autorizzazione regionale è preliminare alla richiesta al Ministero della Salute del logo identificativo nazionale e dell’iscrizione nell’elenco dei siti autorizzati alla vendita online.

Cosa dice la normativa

La normativa richiede anche che il sito web della farmacia online riporti alcune informazioni obbligatorie, in un linguaggio semplice e comprensibile, tra cui il recapito dell’Autorità locale che ha concesso l’autorizzazione alla vendita, il collegamento ipertestuale al sito web del Ministero della Salute, il logo identificativo nazionale su ciascuna pagina del sito comprensivo di link che colleghi alla lista di farmacie autorizzate sul sito del dicastero.
Inoltre, è possibile riprodurre online, purché in maniera integrale e senza modifiche, le indicazioni contenute nel foglio illustrativo del farmaco, quali le controindicazioni, le opportune precauzioni d’impiego, le interazioni, le avvertenze speciali, gli effetti indesiderati, con l’eventuale aggiunta di una fotografia o di una rappresentazione grafica dell’imballaggio esterno o del confezionamento primario del medicinale.

Infine, nell’immagine della confezione non deve essere visibile alcun messaggio pubblicitario relativo al prodotto stesso.

Come riferito da Federfarma, nell’ultimo periodo si sono intensificati i controlli da parte delle Autorità preposte (come i NAS) in materia di consegna a domicilio e vendita online di farmaci, nell’ottica di contemperare le opportunità offerte da nuovi canali di vendita con l’esigenza della tutela della salute e della sicurezza dei cittadini.

Redazione

Lo spazio dedicato all'informazione, alle notizie e a tutti gli aggiornamenti sul mondo del commercio elettronico

Non ci sono ancora commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CONTATTI

Via Lana, 5 | 25020 FLERO (BS)

Tel 030.358.03.78
redazione@lineaecommerce.it

LINEAeCOMMERCE

Lo spazio dedicato all'informazione, alle notizie e a tutti gli aggiornamenti sul mondo del commercio elettronico

CHI SIAMO

Linea ecommerce è un prodotto editoriale curato da Aicel (Associazione italiana commercio elettronico) con l'obiettivo di fare cultura e informazione sul mondo delle vendite online di beni e servizi, sugli sviluppi normativi del settore e più in generale sul digitale. Un canale per essere sempre aggiornati riguardo all'evoluzione dell'ecommerce e alle sue tendenze.