Pangora e Aicel stringono le maglie della loro intesa strategica

A distanza di cinque anni dal loro primo accordo, ma forti di una collaborazione rafforzata in due importanti convegni sul commercio elettronico, e rinnovano la propria intesa strategica a servizio dei merchant italiani e del mercato nel suo complesso.

I soci Aicel infatti potranno, a condizioni vantaggiose, presentare i prodotti all’interno dei di prezzo gestiti da Pangora, tra i quali www.buycentral.it e www.decido.it , ed accostare ad essi il logo dell’associazione, un segno di che certamente il consumatore noterà nella sua esperienza di navigazione e comparazione delle offerte.

, Presidente di Aicel, commenta: “questo è un altro passo importante per il commercio elettronico italiano, possibile solamente grazie alla collaborazione di partners come Pangora, che sostengono l’obiettivo di Aicel, ovvero la trasparenza e la chiarezza d’informazione, donando la possibilità ai clienti on-line di scegliere in modo consapevole”.

“Il rapporto con Aicel è duraturo e proficuo e si inserisce nella nostra continua volontà di contribuire a far crescere il mercato italiano promuovendo la “lunga coda” di merchant italiani affinchè il commercio elettronico divenga un imprescindibile canale distributivo complementare nel marketing mix della PMI” dichiara , Amministratore Delegato di Pangora.

Per diventare soci di Aicel e partecipare alla convenzione è possibile visitare il sito: www.aicel.org

4 comments for “Pangora e Aicel stringono le maglie della loro intesa strategica

  1. 14 ottobre 2010 at 10:43 am

    Ammetto che non conosco in dettaglio i servizi che Pangora è in grado di fornire ai portali ed ai negozi online, ma nei comparatori di prezzo che avete elencato nell’articolo, manca l’informazione essenziale per la fiducia, che è il feedback dei clienti, sui negozi elencati. Il marchio AICEL non può sostituire l’esperienza diretta, il contenuto creato dell’utente; in una parola manca la prospettiva web 2.0

  2. 27 novembre 2010 at 1:10 am

    Hai ragione Marco, ma siamo davvero sicuri che il feedback sia il modo migliore per valutare un negozio? Sul web le notizie di feedback falsi (falsificati o autogenerati unicamente per creare “falsa fiducia” verso i terzi) si moltiplicano. Seppure in teoria questo strumento potrebbe essere ottimo per valutare un sito o un negozio, la (mia) fiducia nel feedback non è così sconfinata come invece dovrebbe e potrebbe essere.

  3. 16 gennaio 2011 at 10:13 pm

    quello che stavo cercando, grazie

  4. 18 agosto 2011 at 11:38 am

    Marco ha ragione il feedback è importante anche per mantenere un rapporto con i propri clienti e quindi è uno dei beni più preziosi per lo sviluppo di ogni azienda… vi faccio esempio: “un cantante ha bisogno dei propri fan per vendere i dischi, la casa discografica non gli garantisce la vendita o la fiducia verso i propri fan, solo lui può attraverso le sua qualità e il mantenimento dei rapporti con i propri fanclub garantirsi una buona vendita e un buon successo”. Spero di essere stata alquanto chiara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *